Pubblicato: 16-07-2013

Efterklang, esce 'Piramida' in versione live


Concerti di bands rock

Notizie sulle bands rock

Lives e festivals

Live e festival di musica

Date e concerti

Nuovo album della band

Banner e locandine o lacandina dei concerti

Rock bands: rock, metal, indie, alternative, punk, hardcore, new wave, pop, stoner, blues


Piramida il titolo dell'ultimo disco di studio degli Efterklang ed anche il nome di una cittadina fantasma abbandonata dai russi negli anni Novanta. I danesi, nell'agosto 2011, hanno trascorso nove giorni a vagare in giro per Spitsbergen e dalle impressioni in queste lande lontane si sviluppato il lavoro. Spitsbergen (nota anche col nome tedesco di Spitzbergen) un'isola della Norvegia, la pi estesa dell'arcipelago delle Svalbard. Il clima, per chi predilige i tepori mediterranei, allucinante: d'estate, quando fa proprio tanto caldo, c' un massimo di 6 gradi. Ora i danesi hanno deciso di proporre "Piramida" anche in versione live; la decisione scaturita dopo aver visto il successo riscosso dalla serata tenuta lo scorso anno all'Opera di Sidney. L'esecuzione di "Piramida" si poi ripetuta, in chiave orchestrale, altre quindici volte in giro per il modo; stata ascoltata, tra i vari luoghi, al Barbican di Londra e al Metropolitan Museum di Londra. Tra le varie esecuzioni stata preferita, per l'album dal vivo, quella della natia Copenaghen. Pi esattamente, "The Piramida Concert" degli Efterklang & Copenhagen Phil stato registrato alla Royal Academy of Music Concert Hall della capitale danese nell'ottobre 2012. Il prodotto include "So", canzone scritta durante le sessioni per "Piramida", e "Vælv ", composizione classica commissionata dagli Efterklang e scritta da Karsten Fundal. Il live sar disponibile dal prossimo 10 giugno in due soli formati:
-doppio vinile con accluso CD
-download.
Il tracklisting:

1. Hollow Mountain
2. Apples
3. Sedna
4. Told To Be Fine
5. The Living Layer / Vælv
6. The Ghost











7. Black Summer
8. Between The Walls
9. So
10. Monument.


(Articolo tratto dal sito: rockol.it del 19 mag 2013)