Pubblicato: 12-05-2013

Anima electronic, figlie illegittime di Florence: ecco le Heads Hearts


Concerti di bands rock

Notizie sulle bands rock

Lives e festivals

Live e festival di musica

Date e concerti

Nuovo album della band

Banner e locandine o lacandina dei concerti

Rock bands: rock, metal, indie, alternative, punk, hardcore, new wave, pop, stoner, blues


Sono tre ragazze, si fanno chiamare Heads Hearts e si definiscono electronic soul. I synth sono potenti e - sempre come dicono loro - le parti vocali vellutate e il basso scalciante. Sempre utilizzando le loro stesse parole, il trio femminile una sorta di figlia illegittima di Florence + Machine e Crystal Castles, con Tina Turner come madrina mentre intanto Kim Deal limona al piano di sotto mentre invece dovrebbe fare la babysitter. Ma chi e cosa propone questa band britannica in fase di lancio? Le girlz sono Amber Taylor-Groves, frontwoman e compositrice; Lynne Porterfield, bassista americana a Londra; Abby Tythe, piccola tamburina col ritmo nelle vene. Le cose gi pubblicate: il singolo "In my blood", nel 2011, e l'EP con cinque pezzi "Qualified" (Qualified, To Pieces, Sadie, Drive Me Home, Reaction) nel 2012. La breve intervista via email.
Bella la vostra autodefinizione, ma durante la formazione chi vi ha veramente influenzate?
-ABS: "Io sono stata veramente influenzata dalla musica anni Sessanta. Nessuno in particolare, cio non un solista o una band, tutto il decennio che stato totalmente cool"
-AT-G: "Tutta la roba della motown, e poi i Beatles, poi mi sono intrippata per Donna Summer e Prince"
LKP: "Le Slits, Opal, l'album 'Adolescent sex' dei Japan, i Jackson 5, e probabilmente a un certo punto si intrufolato dentro anche qualcosa di Barry Manilow".
Vi piacerebbe venire in tour in Italia?
-"Azz certo che s. Ti va di darci una mano ad organizzare la cosa?"
Ma il vostro primo album quando esce?
-"In realt avremmo dovuto pubblicarlo prima del nuovo EP che esce il 25 febbraio. Poi abbiamo pensato che sarebbe stato meglio avere quattro canzoni fantastiche invece che ritrovarsi con 12 canzoni solo carine. E' un lavoro molto lungo, vogliamo fare le cose per bene, ma magari riusciamo a pubblicarlo entro la fine dell'anno. Facci gli auguri".











Le Heads Hearts saranno in concerto al Barfly di Londra il 16 febbraio e al Water Rats (sempre Londra) il 23 marzo.


(Articolo tratto dal sito: rockol.it del 24 gen 2013)